domenica 2 settembre 2012

Polpo in pignata



Questa ricetta è tipica della mia regione, la Puglia. E' molto buona, e soprattutto si può preparare anche il giorno prima. A me piace molto accompagnarlo con una purea di fave in bianco - vedi "fave e cicorie" -, che poi in realtà è quello che ho preparato oggi!



Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 1h

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
800 g di polpo
400 g di pelati
1 peperoncino
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
una manciata di olive nere
una foglia di alloro
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla piccola
un ciuffo di prezzemolo
1 spicchio di aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
sale

PREPARAZIONE:
Lavate il polpo. Lavate e mondate la carota, la cipolla, il sedano, il prezzemolo tritatatele finemente. In una casseruola di terracotta versate l'olio d'oliva, il peperoncino, l'aglio e le verdure, tutto a freddo. Posizionate sul fuoco - ricordate che per usare le pentole in terracotta sul gas dovrete utilizzare una spargifiamma da interporre tra la pentola ed il fuoco - fate rosolare il battuto di verdure, aggiungete l'alloro ed il polpo, quando sarà tutto scottato sfumate con il vino bianco, fate evaporare l'alcol. Frullate i pelati ed versateli nella "pignata", salate. Fate cuocere per circa un ora, il polpo dovrà risultare morbido tanto da riuscire ad attraversarlo con i rembi di una forchetta. A dieci minuti dalla fine della cottura aggiungete le olive.

1 commento: